Come fare la pasta da zero: guida step-by-step!

Come fare la pasta : ricetta e guida

Cucinare la pasta

Per quanto la pasta comprata al supermercato sia buona, pratica e veloce da fare, non si avvicinerà mai neanche lontanamente al sapore della pasta fatta in casa.

La scoperta di un piatto nuovo è più preziosa per il genere umano che la scoperta di una nuova stella.

Anthelme Brillat-SavarinFisiologia del gusto, 1825

Disclaimer: Il seguente articolo è stato scritto da Cristina Pipitone, che generosamente ha deciso di condividere la sua ricetta.

Non so se anche tu hai mai fatto questa esperienza, ma mia madre, quando ero piccola, alcune volte l’anno ci preparava le tagliatelle fresche con le sue mani. Ricordo ancora la pasta che passava attraverso la macchina e si assottigliava e il profumo che faceva mentre riposava sotto il canovaccio, ancora cruda.

Certo, farla in casa richiede del tempo, ma non è necessario farla tutti i giorni. Va benissimo anche alcune volte l’anno come faceva mia madre. Inoltre puoi farne un po’ in più e usarla più volte.

È un’esperienza che non si dimentica e che i bambini non dimenticano, soprattutto se gli permetti di “darti una mano”. In questi casi diventa un momento “magico”.

Pensa che non è indispensabile nemmeno avere la macchina della pasta (anche se di certo è più comodo e garantisce una pasta più sottile), ma ti basterà un mattarello e un po’ di energia.

E allora preparati a prendere appunti: indicherò il tempo che occorre, la ricetta base, l’occorrente e il procedimento passo dopo passo.

 

I tempi di preparazione

Miscelazione e impasto: 10 minuti circa

Tempo di riposo della pasta: 30 minuti

Taglio della pasta: 15-30 minuti circa

Tempo totale: 1 ora e 30 minuti al massimo

 

Ricetta per 4-6 persone

Ingredienti

  • ·2 tazze di farina più un po’ necessaria per stendere la pasta
  • ·mezzo cucchiaino di sale
  • ·3 uova
  • ·acqua

 

Occorrente

  • ·ciotola di grandezza media
  • ·macchina per la pasta o mattarello
  • ·teglia da forno
  • ·canovaccio pulito
  • ·forchetta

Procedimento

 

Miscela

Metti la farina e il sale dentro la ciotola, e mischiali insieme con l’aiuto della forchetta. N.B. Questa operazione può essere eseguita anche sul top o sul tavolo della cucina, proprio come facevano le nostre nonne e le nostre mamme, ma dato che la nostra era è diversa, per non sporcare troppo alcuni preferiscono una ciotola.

 

Sbatti le uova

Crea un buco al centro della farina, il più fondo che puoi, e metti le tre uova intere all’interno. Sempre con l’aiuto della forchetta sbatti le uova all’interno del buco come se dovessi fare una frittata.

 

Inizia l’impasto

Dopo aver sbattuto le uova, inizia gradualmente a miscelarle con la farina sui bordi e sul fondo. È un passaggio che va fatto senza fretta. Piano piano inizierà a prendere forma un impasto molto morbido. Se non dovesse essere necessaria tutta la farina non preoccuparti. La userai dopo.

 

Lavora l’impasto con le mani

A questo punto devi spostarti sul tavolo, rigorosamente pulito. Spolverizzalo di farina e versa tutto quello che c’è nella ciotola, compresa l’eventuale farina non amalgamata ancora con le uova. Inizia a lavorare l’impasto con le mani, ripiegandolo su se stesso più volte. Appiattiscilo e ripiegalo. Da morbido, inizierà a rassodarsi man mano che svolgi questa operazione.

 

Ottieni l’impasto

Quando l’impasto sarà abbastanza solido da poter essere impastato, assicurati che ci sia la farina sul tavolo per evitare che si attacchi e inizia a impastarlo. La pasta sarà pronta quando avrai ottenuto un palla liscia ed elastica. Per assicurarti che è pronta, incidila con un coltello e guarda se dentro vi sono delle bolle d’aria. Se son tante, continua ad impastare, altrimenti il tuo lavoro è finito.

 

Fallo riposare

Metti la “palla di pasta” in un contenitore pulito e coprila con un piatto o della pellicola trasparente. Deve riposare per 30 minuti.

 

Dividilo in 4 parti

Adesso prendi la teglia e cospargila con abbondante farina. Poi prendi la tua pasta, assicurati che non si sia attaccata al fondo della ciotola (in tal caso usa una spatola per staccarla) e dividila in 4 parti uguali, che adagerai sulla teglia e spolverizzerai di farina.

N.B. In questa fase della preparazione la farina è importantissima per evitare che la pasta si attacchi su se stessa o sul rullo mentre si lavora, quindi non risparmiarla. Usala continuamente e abbondantemente. E conclusa ogni azione, copri sempre il tutto con un canovaccio pulito.

 

Ottieni il foglio di pasta

Se usi la macchina per la pasta: Imposta la macchina al punto 1, e fai passare attraverso il rullo uno dei 4 pezzi di pasta precedentemente ottenuti, per appiattirlo. Ripeti questa operazione 3 volte. A questo punto ripiega la pasta come faresti con una lettera in tre parti, e poi appiattiscila con le mani. Ripassala tra i rulli altre due o tre volte, fino ad ottenere un foglio liscio. La fase della piegatura e del passaggio tra i rulli può essere ripetuto ancora una volta per migliorare la consistenza della pasta durante la cottura. A questo punto devi modificare l’impostazione del rullo per rendere la pasta più sottile. Falla passare per ogni impostazione almeno 2 o tre volte, raggiungendo lo spessore ideale in modo graduale. Stai attenta a non saltare nessuna impostazione, perché la lavorazione della pasta ne risentirebbe, e di conseguenza anche la qualità.

Nel caso la pasta dovesse essere troppo lunga e difficile da maneggiare, tagliala a metà. Lo spessore della pasta lo decidi tu, ma per le fettuccine o le linguine arriva almeno alla postazione 7. Se vuoi fare tortellini scegli postazioni più sottili ancora.

 

Ripeti con tutti e 4 i pezzi di pasta

Se usi il mattarello: L’azione del rullo della macchina della pasta, può essere simulata con un mattarello. Assicurati sempre che la farina sia abbondante e che la pasta non si attacchi al piano e cercate di renderla il più sottile possibile. I passaggi sono gli stessi, solo che occorre un po’ più di energia.

 

Taglia la pasta

Se usi la macchina: taglia la pasta in fogli e poi passa dal rullo alla taglierina, scegliendo il taglio che preferisci. Una volta tagliata la pasta va cosparsa di farina per evitare che si attacchi, cosa che renderebbe difficile anche la cottura. Man mano che la tagli, poggiala sulla teglia (cosparsa sempre di farina) e coprila con il canovaccio.

Se usi il mattarello: Utilizza un coltello da cuoco per il taglio, e fallo in modo trasversale rispetto al foglio di pasta. Cerca di fare la pasta delle stesse dimensioni, per non alterarne la cottura.

 

A questo punto la pasta può essere cotta, essiccata o congelata.

Ecco come procedere:

Cottura: Porta una pentola ad ebollizione, sala l’acqua  e cuoci la pasta per 4 o 5 minuti (cottura al dente).

Essiccazione: tendi letteralmente la pasta su uno stendibiancheria (o su una sedia) e lascia che asciughi. In questo modo può essere conservata in un contenitore ermetico per diverse settimane.

Congelamento: Metti la pasta (anche arrotolata se si tratta di tagliatelle o simili) in un contenitore ermetico e congelate. Resiste in questo modo anche per tre mesi. Al momento della cottura però, lasciala un paio di minuti in più.

 

Buona preparazione e buon appetito!!!

 

Share and Enjoy

About Rubel

Ciao! Mi chiamo Rubel è sono un grande appassionato di Tecnologia e Crescità personale. Tutto con il Pc è un blog dedicato per gli appassionati di tecnologia. Se ti piace quello che scrivo, allora iscriviti ai Feed.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>