Come fare la pizza: guida step-by-step!

La pizza: origini e preparazione

Come fare la pizza

Per te che ami la pizza devi sapere che ha origini antiche, pensa che si parlava già di pizza in forme di schiacciate presso gli egizi, greci e romani.

La parola pizza avrebbe infatti un etimologia antica. Alcuni sostengono che il termine pizza derivi dal latino pinsa, e sarebbe il participio passato del verbo pinsere oppure pansere cioè pestare, schiacciare o pigiare, alcuni invece sostengonoche derivi dal greco pita o pitta che significa, infornato, che appartiene alla categoria di pane o focacce.

Alcuni addirittura pensano che il termine pizza derivi dal germanico, che nel tedesco moderno corrisponderebbe a bissen, e cioè pezzo di pane, boccone o tozzo di focaccia.

Ma in ultima analisi si dice che derivi dal napoletano. Infatti la vera origine della pizza è napoletana, la cosidetta pizza napoletana, o pizza margherita. E’ un prodotto gastronomico tutto italiano, napoletano per la precisione. Un prodotto che è amato in tutto il mondo.

Di solito si fa riferimento alla pizza tonda, con pomodoro e mozzarella, la classica pizza e poi esistono tutte le altre varianti. Nella pizza tonda l’impasto viene fatto lievitare in piccole porzioni e poi steso in forma circolare, condito e inserito nel forno. Poi c’è la pizza a taglio che viene stesa in grandi contenitori di metallo tondi o rettangolari, condito e messo in forno e si mangia a tranci.

Gli ingredienti essenziali

– 1 l. di acqua

– 2 kg di farina

– 20 g di lievito fresco

– 50 g di sale marino

– pomodoro, possibilmente con salsa fresca

-mozzarella

Ovviamente gli ingredienti possono aumentare o diminuire in base alle esigenze.

 

L’impasto.

Munisciti di un contenitore di metallo bello grande, e mettici una carta forno che poi leverai durante la cottura. Comincia a mettere la farina in un altro contenitore, prendi l’acqua e versala , insieme al sale e al lievito e comincia a impastate fino a quando la pasta non sarà liscia, uniforme e umida. A questo punto puoi dividere i panetti in base allo spessore che vuoi ottenere. Prima della lievitazione puoi mettere i panetti in frigo tenendola anche 24 ore o meno a seconda di quando ti serve la pizza pronta.

 

La lievitazione

A questo punto fai riposare la pasta, stendendola nel contenitore che poi userai per il forno. Fai riposare l’impasto per almeno tre ore a temperatuira ambiente cercando di evitare che l’impasto si gonfi.

Quindi, l’impasto dovrai stenderlo nella teglia pressandolo con le dita fino ad ottenere uno strato uniforme e omogeneo. A questo punto nell’impasto devi metterci un po’ di olio, giusto un filo. Condisci la pasta stendendo uno strato di pomodoro e va lasciata riposare almeno un’ora prima della cottura.

 

La cottura

Per un forno casalingo la temperatura dovrà essere di 250 gradi preriscaldato. Il tempo di cottura varia tra i 15 e venti minuti. Se vuoi aggiungere gli ingredienti fallo dopo dieci minuti di cottura, a quel punto potrai farcire la tua pizza mettendoci tutti gli ingredienti che vuoi, alcuni dei queli ovviamenti se è il caso vanno cucinati prima. Quindi farcirsci la pizza e rimettetila in forno sino alla cottura.

Se invece ti vuoi rifare alla pizza napoletana, essa si presenta con un cornicione alto ai bordi, che dipende dalla stesura dell pasta che si rigonfia ai bordi. Nell’impasto napoletano c’è nessun tipo di grasso ma gli ingredienti sono soltanto acqua, farina, lievito ( di birra o naturale) e sale. La pizza napoletana ha solo due varianti, La pizza marinara con aglio, pomodoro, origano e olio extravergine, oppure pizza marcherita con pomodoro e mozzarella, anche quella di bufala.

Oppure ti puoi divertire a fare la schiacciate o il pizzolo, queste sono varianti della pizza siciliane. Il pizzolo ad esempio è una pizza di 20 cm, divisa in due e farcita all’esterno con olio, origano e pepe e farcita all’interno di crema di parmiggiano a cui si poi aggiungere tutti gli ingredienti che vuoi. Per darti una mano e creare un pizzolo ad hoc, puoi farcirlo di salumi, carni o verdure oppure farlo dolce aggiungendogli pistaccchi, cioccolato, miele e così via. In questo modo otterrai un vero e proprio pizzolo siciliano.

Per fare un buon pizzolo ti serviranno:

-500 g di farina

-30g di lievito di birra

-acqua

-sale

-olio, qualche cucchiaio

Su un piano riversa la farina e il lievito sciolto in acqua tiepida, aggiungi un po’ di sale e iniziate a impastare fino a quando, come per la pizza, l’impasto non diventa liscio, vellutato e omogeneo. Mettilo a riposare per un po’ avvolgendolo in un tovaglietta. Fai lievitare l’impasto sino a quando non si crea un buon spessore, questo avverrà se lasci riposare l’impasto per circa 2 ore. L’impasto deve crescere molto perché poi andrà tagliato. Dopo la lievitazione stendete l’impasto come una pizza ma un po’ più grande e mettetelo in forno per una prima cottura, dopodichè usci l’impasto steso dal forno e taglialo a metà e farcisci come meglio credi. Se lo vuoi salato come ti ho detto prima, puoi farcirlo di salumi, carne o verdure, se lo vuoi dolce vai con la cioccolata, o la nutella, miele o pistacchio

Se invece vuoi fare una schiacciata ti scrivo gli ingredienti che ti serviranno.

-300 g difarina bianca tipo 0

– 400 g di semola di grano duro (o farina di grano duro)

-10 g di lievito di birra

-sale

-acqua tiepida per l’impasto.

.-tuma

 

Il procedimento è simile a quello della pizza, si crea un impasto a forma di cratere, devi metterci l’acqua, il lievito, formare prima una palla, unire il sala e lavorarci per una decina di minuti fin quando l’impasto non si asciuga. L’impasto deve riposare per almeno 90 minuti. Dopo averlo fatto riposare. Dopo la lievitazione taglia a dadini piccoli il formaggio e gli ingredienti che vuoi come ad esempio le acciughe che saranno mescolate insieme allimpasto. A questo biosgna aggiungere un po’ di olio. Mettilo inforno in cottura come una pizza.

Adesso  usa le tua fantasia

Adesso sai come fare una pizza, un pizzolo e una schiacciata e ti puoi sbizzarire quanto vuoi mettendoci tutti gli ingredienti che ti piacciono. Così potrai divertirti a prepare la pizza, pizzoli e schiacciate magari con i tuoi amici e rendere felici gli ospiti perché sono alimenti che non si rifiutano mai. Ora sai cosa preparare quando hai ospiti in casa e fare una bella figura.

Artcolo scritto e redatto da Federica Scorpo

Share and Enjoy

About Rubel

Ciao! Mi chiamo Rubel è sono un grande appassionato di Tecnologia e Crescità personale. Tutto con il Pc è un blog dedicato per gli appassionati di tecnologia. Se ti piace quello che scrivo, allora iscriviti ai Feed.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>