Recensione Metroid Prime Trilogy: non un puro “sparatutto”, ma…

Una trilogia per veri appassionati del mistero

Metroid Prime TrilogySe la fantascienza è una tua passione al 1000 per mille, allora Metroid Prime Trilogy non potrà sicuramente mancare nella tua collezione di videogiochi, in quanto raccoglie in un solo disco di gioco le tre avventure della Cacciatrice di taglie più famosa dell’intero universo dei videogame.

Tutto cominciò con Metroid Prime poi arrivò Metroid Prime 2: Echoes, infine Metroid Prime 3: Corruption: lo scopo di questa collezione è sto quello di riunire tutti e tre gli episodi della saga adattandoli alle nuove possibilità di gioco offerte dalle console. La Nintendo, la casa produttrice, ha voluto ripresentare tre grandi giochi del recente passato con indubbi vantaggi.

C’è da dire che ognuno dei tre episodi (esaminato uno per uno) è senza dubbio uno splendido videogioco: l’obiettivo di Nintendo, comunque, è stato quello di far conoscere questa trilogia ad un pubblico molto vasto: andiamo dunque ad analizzare i tre capitoli della saga.

Non un puro “sparatutto”, ma un’esplorazione…

Il mistero degli scenari della trilogia si è conservato negli anni: nel corso del gioco si susseguono ambientazioni affascinanti come le perlustrazioni in stretti corridoi poco illuminati, fughe da navi spaziali abbandonate, battaglie con creature aliene, passaggi attraverso le rovine di civiltà ormai dimenticate.

La trilogia di Metroid non la puoi considerare come il classico “sparatutto”: il fulcro del gioco è, invece, l’esplorazione.

Scoprirai, nel corso del gioco, che sarà necessario visitare ogni stanza, esaminare tutti i condotti, magari ritornare più volte indietro per riesaminare mappe gigantesche, indubbiamente complesse.

Lo sviluppo del gioco

Quando l’avventura di Samus Aran, la storica protagonista della saga, comincia, la nostra eroina è equipaggiata solamente dello stretto indispensabile: un Braccio Cannone per sparare, una minima capacità di salto, Morfosfera a livello base e un semplice Visore Scan.

A mano a mano che proseguirai con il gioco, si apriranno davanti a te nuove strade e potrai così guadagnare importantissimi upgrade per la tuta di Samus Aran, che ne aumenteranno la potenza. Gli strumenti a sua disposizione saranno davvero numerosi ed ognuno di essi fornisce nuove soluzioni a problemi che fino ad un attimo prima parevano insormontabili.

Facendo un esempio, se Samus Aran troverà i Missili Gelo potrai forse distruggere quella porta incontrata in precedenza, oppure con i nuovi Stivali Astrosalto, potrai “volare” sopra il crepaccio che prima ti ha costretto a deviare dalla strada principale.

Quindi, il concetto è che per ogni nuovo potere acquisito da Samus si apriranno davanti a te nuove soluzioni e sarà compito tuo sfruttare queste nuove possibilità, magari tornando indietro sui tuoi passi per completare un percorso lasciato, in precedenza, incompleto.

Questa caratteristica si presenta in tutti e tre gli episodi, che si distinguono fra loro per altri elementi : l’equipaggiamento comune è composto dal Braccio Cannone in grado di sparare differenti tipi di raggi e missili, il Raggio Gancio per appendersi qua e là, gli Stivali Astrosalto per svolazzare a mezz’aria, la Morfosfera e due tipi di Visore.

Se deciderai di attivare la Morfosfera, Samus Aran si trasformerà incredibilmente in una sfera di piccole dimensioni e sarà capace di infilarsi in strettoie impossibili per un essere umano.

Turbo, Aracnosfera e Gigabombe completano la serie dei potenziamenti possibili per la nostra Cacciatrice. I Visori hanno il potere di modificare sensibilmente l’interfaccia dello schermo: il Visore Combat è quello standard e ti potrà dare tutte le indicazioni indispensabili per affrontare uno scontro a fuoco, mentre il Visore Scan ti darà maggiori informazioni su tantissimi oggetti, interagire con i computer, scannerizzare alieni, risolvere misteriose iscrizioni e molto altro ancora.

I tre episodi: Prime, Echoes e Corruption

Nel primo episodio, Metroid Prime, Samus dovrà affrontare una nave dei Pirati Spaziali, posta in orbita attorno a Tallon IV. Su questo pianeta, si trova una fonte infinita di phazon, una tossina mortale in grado di distruggere ogni forma di vita.

Samus, la nostra eroina, avrà il compito di distruggerla una volta per sempre.

Il viaggio della nostra Cacciatrice di taglie continua poi nel secondo episodio, Echoes: questa volta il protagonista sarà Aether, un pianeta diviso in due con un lato normale ed un lato oscuro. Qui sarai costretto a passare continuamente dall’oscurità alla luce e viceversa.

Il terzo capitolo, invece, è Corruption, nel quale arriverai allo scontro finale col nuovo temibile nemico incontrato nei precedenti episodi. Nell’atto finale, avrai a che fare più con i combattimenti che con la fase esplorativa: non a caso, l’arsenale a tua disposizione verrà ulteriormente potenziato dai potenti Raggi Plasma e Nova, Missili Gelo, un Visore Comando mediante il quale potrai ordinare attacchi aerei alla Navetta in spazi aperti e una nuova tuta, detta DDP. Questa tuta, in quanto contaminata dal phazon, ti consentirà di entrare in Iperfase ed ottenere una potenza devastante, anche se questo significherà sacrificare delle riserve di Energia.

La grafica e il sonoro

Un’importante caratteristica di Metroid Prime Trilogy, oltre ai nuovi controlli e all’edizione da collezione, è il supporto al formato panoramico 16:9. Se si può muovere una critica a questa versione, possiamo dire che, seppur sia stata migliorata la fase dell’illuminazione e i tempi di caricamento, alcuni effetti grafici non sono all’altezza di quelli originali.

Comunque, si tratta di dettagli di minimo valore rispetto al realismo proposto da Nintendo: l’alternanza di passaggi claustrofobici a distese ghiacciate, dal buio alla luce, è affasciante. I personaggi sono stati disegnati molto bene ed a questo proposito merita una speciale menzione il Visore di Samus.

Anche le musiche sono all’altezza del mistero che regna nelle varie avventure, sottolineando con la giusta enfasi gli scontri più appassionanti.

Conclusione

Avrai ben capito che Metroid Prime Trilogy è un disco che contiene non uno, ma ben tre capolavori riuniti insieme. Sono passati anni da quando i primi due episodi hanno visto la luce ma tuttora non hanno perso il loro personalissimo fascino. Il ritmo di gioco è sempre brillante e stimolante e proprio per questi motivi questa trilogia non potrà mancare sullo scaffale dei tuoi videogiochi preferiti.

Share and Enjoy

About Rubel

Ciao! Mi chiamo Rubel è sono un grande appassionato di Tecnologia e Crescità personale. Tutto con il Pc è un blog dedicato per gli appassionati di tecnologia. Se ti piace quello che scrivo, allora iscriviti ai Feed.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>