Panda Antivirus gratis, tutti i Pro e Contro…

Panda Antivirus gratis, un software innovativo

Panda Antivirus gratisNel mondo del Web stanno prendendo sempre più quota gli antivirus gratis e Panda Cloud antivirus rappresenta senza dubbio un’ottima soluzione per la protezione del tuo sistema, anche perchè la sua ultima versione è in grado di garantirti un motore antivirus ancora più potente e con un’estrema facilità nel suo uso.

Panda Cloud non è un comune antivirus: la sua principale caratteristica è quella di usare un personalissimo sistema denominato “cloud computing” che si occupa di analizzare i file su di un server online “PandaLabs” così che possono essere identificati rapidamente anche i più recenti malware comparsi sul Web.

Il software, assolutamente “freeware” è capace di rilevare virus, worm, trojan, rootkit, spyware, dialer: basandosi su un tipo di protezione “on the cloud” (cioè sulle nuvole) per il funzionamento ottimale è necessario il collegamento ad internet, anche se localmente può essere installato un database con le minacce più comuni.

Per farti un esempio, è come se l’antivirus fosse installato parzialmente sul tuo computer e parzialmente sul Web. Questo però non significa che se non sei collegato a Internet rimarrai senza protezione: grazie ad una cache locale, Panda Cloud Antivirus ti assicura la protezione 24 ore su 24.

Installazione

Nella prima fase dell’installazione, il programma ti chiederà se intendi modificare la pagina iniziale del tuo browser ed installare la toolbar di Panda Cloud antivirus; quest’ultima ti offrirà il vantaggio di avere costantemente la protezione web, ma potrai anche decidere di non voler disporre di questo servizio.

Al termine della procedura, una finestra ti chiederà se preferisci la versione “free” (gratuita) oppure quella “pro” (a pagamento): una volta che avrai provato la versione “freeware”, potrai scegliere (o meno) di acquistare quella professionale.

Come si presenta il programma?

L’interfaccia del software si presenta facile e molto intuitiva, così che non dovrai troppo scervellarti per capirne la dinamica.

Cliccando sul riquadro “antivirus” potrai aprire una videata contenente un riepilogo generale delle minacce eventualmente trovate e la possibilità di disattivare (qualora ce ne sia la necessità) l’antivirus premendo il tasto “Disattiva”.

Potrai avviare una scansione, andando sulla voce “Analizza” e ti apparirà un menu secondario all’interno del quale potrai scegliere il tipo di scansione preferita: analisi ottimizzata, analizza tutto il PC, analizza altri elementi.

Alla voce “Impostazioni avanzate”, potremmo cambiare alcune delle configurazioni riguardanti l’analisi e l’identificazione delle minacce; se non ritieni di essere un utente esperto in questo campo, potrai tranquillamente tenere le impostazioni di default.

Nella sezione “Analizza”, invece, ti consiglio di spuntare la voce “Chiedi prima di neutralizzare virus nelle analisi permanenti”; questa opzione permette all’utente, ogni qualvolta Panda Cloud scoverà una minaccia, di decidere se ignorarla oppure aggiungerla alle esclusioni.

Sempre in questa sezione, potrai anche scegliere se far controllare i file compressi di archivio nelle analisi permanenti e su richiesta.

Nella schermata principale, attraverso la voce denominata “Processi” potrai ordinare al programma di analizzare i vari processi attivi residenti in un determinato momento in memoria; in tal modo, sarà più facile verificare se da lì è partita un’ infezione oppure se c’è la presenza di un programma sospetto.

Sempre in questa schermata potrai acquisire ulteriori dettagli dei processi attivi come il numero di connessioni effettuate, se contiene, per esempio, una firma digitale e la valutazione.

Per poter abilitare la funzionalità che è in grado di rilevare il numero delle connessioni effettuate, ti basterà cliccare sul pulsante “Abilita” sopra la dicitura, in basso a destra, “il monitor URL è disattivato”.

Nella sezione “Vaccino” che troverai nel menu principale, Panda Cloud antivirus come funzione di default, provvederà a disabilitare l’esecuzione automatica sul tuo computer, quindi se vorrai ripristinare la funzione, dovrai necessariamente deselezionare la relativa spunta.

La tecnologia “Collective intelligence”

Panda Cloud Antivirus, sfruttando la leggerezza della rete Internet, è in grado di analizzare in sei minuti circa l’ intero hard disk del tuo PC, grazie anche alla sua nuova tecnologia denominata “Collective Intelligence”.

Di che cosa si tratta? E’ una piattaforma di sicurezza in grado di offrirti un elevato livello di protezione in tempo reale, aumentando in maniera evidente la capacità di rilevamento di infezioni.

In pratica, quando viene rilevato una nuova minaccia in un computer nella community degli utenti, Panda Cloud antivirus invia le informazioni ai server “Collective Intelligence” in maniera del tutto automatica e anonima. Le informazioni vengono elaborate, fornendo in tempo reale la soluzione a tutti gli altri utenti presenti nella community.

Panda Intelligenza

Da qui il nome “Collective Intelligence”, l’intelligenza collettiva per l’appunto.

La tecnologia Collective Intelligence, introdotta da Panda, rappresenta un importante passo in avanti nella strategia per combattere i malware. Come avviene ancora per la maggior parte dei prodotti antivirus, il rilevamento di nuove minacce viene basato sull’utilizzo di aggiornamenti automatici quotidiani. Questo metodo poteva dimostrarsi efficace quando l’entità delle minacce in circolazione poteva essere gestita anche manualmente da tecnici di laboratorio. Attualmente, però, la quantità di malware cresce in maniera incontrollbile.

Ecco perchè la tecnologia Collective Intelligence ha implementato le tecnologie antivirus tradizionali per gestire efficacemente l’enorme quantità di minacce in circolazione.

Il programma, inoltre, ti offre una serie di incredibili vantaggi come il blocco delle connessioni telefoniche non autorizzate, l’uso di avanzate tecnologie Antiphishing, Antipharming e Anti-Spyware e molto altro ancora.

I vantaggi di Panda Cloud antivirus….

 

1)Molto più leggero dei tradizionali antivirus – Il fatto di “agire” parzialmente sul server del Web e solo in parte sull’hard disk del tuo PC, lo rende “più leggero” rispetto ai prodotti concorrenti, non appesantendo le altre attività in fase di svolgimento;

2)Dimenticati gli aggiornamenti quotidiani - Per la stessa ragione di cui sopra, gli aggiornamenti vengono effettuati praticamente in tempo reale sul Web, così che non ti dovrai minimamente preoccupare di questa operazione;

3)Sempre pronto, sempre sicuro – Anche nel caso in cui tu non abbia la possibilità di collegarti alla Rete, Panda Cloud ti offre ugualmente la protezione necessaria attraverso lo sfruttamento della cache locale;

Installazione veloce e facile da usare – la sua installazione richiede pochi minuti e la semplicità della sua interfaccia lo rende comprensibilissimo anche agli utenti più inesperti che temono sempre di combinare qualche “pasticcio”…

…..e qualche svantaggio

 

1)La presenza di qualche “bug” - alcuni utenti hanno segnalato in passato alcuni “bug” (imperfezioni”) del programma; Panda, comunque, tiene conto delle segnalazioni provvedendo, a mano a mano, alla loro correzione;

2)Nessuna opzione per utenti esperti – La semplicità nell’uso di Panda Cloud limita un po’ la voglia di “smanettare” di chi possiede maggiore esperienza in questo campo;

3)Scansione un po’ lenta – La sua volontà di “scovare” anche le minacce più nascoste ed irraggiungibili del tuo sistema lo porta ad essere un po’ lento nella procedura della scansione; d’altronde, la precisione del lavoro richiede i suoi tempi…

In conclusione…

Panda Cloud antivirus si può definire come la nuova frontiera della protezione per il tuo PC: il suo motore di scansione incredibilmente innovativo lo ha fatto diventare un potente strumento, perdipiù totalmente gratuito, che non potrai fare a meno di provare….

Share and Enjoy

About Rubel

Ciao! Mi chiamo Rubel è sono un grande appassionato di Tecnologia e Crescità personale. Tutto con il Pc è un blog dedicato per gli appassionati di tecnologia. Se ti piace quello che scrivo, allora iscriviti ai Feed.

One comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>