10 paure dei blogger principianti e come superarle

Sei un blogger novello?

paure dei blogger

Dimmi la verità…quante istruzioni hai letto finora su come far funzionare il tuo blog?

Non ti sei confuso in mezzo alla giungla di suggerimenti che hai letto? Tanti sono completamente opposti tra di loro, vero?

Alcuni per esempio dicono che devi scrivere per te stesso. Altri dicono che devi scrivere pensando al tuo pubblico. Alcuni consigliano post brevi, altri lunghi.

Niente di strano se adesso invece di sentirti più sicuro, ti senti più smarrito di prima.

Qual’è il tuo timore maggiore? Lo hai identificato?

La paura generale più diffusa è che ai propri lettori non piaccia quello che si scrive. Ce l’hai anche tu questa paura?

Oggi ti parlo delle 10 paure più comuni di un blogger, e di come puoi superarle. Identifica le tue, e poi combattile. Niente paralizza più della paura, quindi la paura va eliminata.

 

1. Non ho niente da dire

Ti capita mai di avere il cervello vuoto e non sapere di cosa parlare nel tuo blog? Non preoocuparti..non è una cosa poi così strana, succede a tutti.

La soluzione a questo problema sta semplicemente nel catturare gli argomenti e le parole nel momento in cui arrivano, sia mentre sali le scale o mentre stai cucinando la pasta.

I momenti migliori per sviluppare buone idee sono quelli in cui siamo in silenzio.

 

2. Ho troppe cose da dire

Questa paura coglie quando dobbiamo affrontare un argomento troppo ricco di informazioni, e l’idea di rioordinarle ci panica un po’.

La soluzione sta nel suddividerlo in parti più piccole. Dobbiamo tirar fuori un tema da cui tirar fuori le argomentazioni principali. Poi trovare quelle secondarie. Questo è l’ordine in cui vanno inserite le informazioni: tema, argomentazioni principali (che possono essere identificate dai sottotitoli) e argomentazioni secondarie (che servono a chiarirre quelle principali). Tutto il resto è superfluo e può anche essere eliminato.

 

3. Se ho una nicchia, perderò lettori

È vero che trattando un argomento specifico si fa fuori unabuona fetta di lettori, ovvero tutti coloro che non sono interessati a quello che noi trattiamo.

Ma eliminati questi, sai chi resterà? Quelli che non vedono l’ora che tu pubblichi qualcosa di nuovo per poterti leggere. Quelli che quando cercano una risposta sull’argomento che tratti, è da te che vengono a cercarla. Non è questo un passo verso il successo?

 

4. Se non ho una nicchia, nessuno leggerà i miei post

Questa è una cosa che potrebbe anche accadere. Un blog che non ha un argomento specifico è difficile che abbia uno stuolo di seguaci. È invece più semplice crearsi un pubblico avendo un argomento che sia chiaro e che possa attirare chi ne è interessato.

La soluzione sta nel trattare una nicchia che vi appassiona e su cui sarete in grado di scrivere tanti contenuti.

 

5. Se prendo una posizione chiara, ad alcune persone non piacerà

È vero che la tua posizione chiara su un argomento potrà non piacere ad alcuni, ma ricorda che il blogger è uno che ha passione, che dice quello che pensa. Nessuno ti sceglie perché vuole raccontati  dei fatti in modo neutro. Se vuoi dei seguaci devi alimentare post con commenti, e per vederti commentare devi prendere una posizione e farti dire se sono d’accordo con te, oppure no.

Il confronto è importantissimo per il blogger.

 

6. Se non prendo posizione, i miei post saranno noiosi

La noia è qualcosa che deriva da un discorso piatto. Se animi i tuoi post, e metti anche la tua opinione personale, questi non potranno mai essere noiosi. Anzi… semmai alimenteranno commenti e quindi favoriranno la discussione e il dibattito. Il dibattito non è mai noioso.

 

7. Se non offro consigli  da ‘esperto’, i lettori andranno a cercare da qualche altra parte

Ricorda che la gente va in cerca di soluzioni, consigli e istruzioni su argomenti specifici. Quindi è vero che se non ti considereranno un esperto in  materia, si rivolgeranno altrove. Questa è una paura autentica.

Il punto è che tu devi per forza essere esperto in qualcosa. Tutti siamo esperti in qualcosa.

Sei una mamma? Parla del ruolo del di genitore e della tua esperienza personale.

Sei muratore? Parla di come essere bravi nel tuo mestiere.

Sei uno scrittore? Parla del tuo libro o di altri libri che hai trovato interessanti.

Si tratta solo di capire in cosa sei esperto.

 

8. Se scrivo come un esperto, i miei lettori mi considereranno pomposo

E qui ti faccio una domanda. Quando leggi qualcosa, lo fai aspettandoti che la persona che l’ha scritta sia capace, o no?

E allora perché i tuoi lettori dovrebbero infastidirsi della tua capacità? Sei lì proprio per aiutarli…

Se scrivi col cuore, avrai lettori felici.

 

9. Se non ottengo nessun commento vuol dire che ho fallito?

Se ti può consolare, anche i più grandi blogger hanno iniziato con 0 commenti ai loro post.

È un passo che devono affrontare tutti all’inizio.

Per sorvolare il problema potresti invitare i tuoi lettori a commentare a fine post. Oppure crearti un gruppo di amici e commentarvi tra di voi. I commenti attirano commenti…

 

10. Troppi commenti mi richiedono troppo tempo

E’ assolutamente vero. Ma non è questo il successo?

Devi solo imparare a capire quali necessitano una risposta e a quali puoi evitare di rispondere. Vedrai che ci sono tantissimi commenti che non richiedono una risposta, e che quindi ti rubano solo il tempo della lettura.

 

E adesso sei tu che devi dirmi cosa pensi di questo articolo. Ti è stato utile? Ti sei rivisto in una di queste paure? Pensi che la soluzione sia attuabile?

Sono ansioso di sapere il tuo parere…

 

Share and Enjoy

About Rubel

Ciao! Mi chiamo Rubel è sono un grande appassionato di Tecnologia e Crescità personale. Tutto con il Pc è un blog dedicato per gli appassionati di tecnologia. Se ti piace quello che scrivo, allora iscriviti ai Feed.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>