Perchè sbadigliamo? Ecco 3 ragioni scientifiche

Sbadigliare…è da tutti!

Perchè sbadigliamoTi sarà capitato di sbadigliare in faccia a qualcuno che ti sta raccontando qualcosa, oppure ancora a quella famosa riunione di lavoro? Ti sei mai chiesto perché sbadigliamo e spesso nei momenti meno oppotuni, come il sonno?

Bene, sfatiamo il mito che lo sbadiglio sia legato alla noia, al sonno o alla stanchezza. Ci sono altre motivazioni che spiegano il perché sbadigli.

Diciamo che come il sonno è un argomento avvolto nel mistero ma gli scienziati hanno cercato di dare alcune risposte, anzi più che risposte, ipotesi. Non ti preoccupare del sonno..a fine articolo ti darò dei consigli per  non addormentari nei momenti meno opportuni…

Ok, basta con le chiacchere e andiamo al dunque

ragioni per cui sbadigliamo

1- Per rinfrescare il cervello. In primo luogo potrebbe essere considerato un meccanismo per raffreddare il cervello, un po’ come la ventola della tua macchina che si accende per raffreddare il motore, oppure il ventilatore del computer che serve per raffreddarlo. Lo sbadiglio quindi lo puoi considerare come un ventilatore che mantiene attivo il cervello.Lo sbadiglio è dunque un momento in cui il cervello prende aria nuova e fresca aiutando così le funzioni neurologiche quando sei stanco. Questa è la prima ipotesi. Poi c’è un altro aspetto.

2- A causa del tuo vicino. Ti è mai capitato di essere contagiato dallo sbadiglio di qualcun altro o magari dal tuo stesso? Beh, su questo l’ipotesi è che lo sbadiglio è contagioso per una forma di empatia e comunicazione. Fatto sta infatti che i bambini autistici, che hanno appunto problemi di affettività e difficoltà a provare empatia, pare che siano immuni allo sbadiglio contagioso. Quindi se ticapita di sbadigliare in compagnia sappi che accade per una qualche forma di empatia.

3- Per avere più aria. Un’atra teoria è che lo sbadiglio serva ad aumentare l’ossigeno nei polmoni, un’ipotesi che si avvicina a quella del ventilatore ma stavolta non è il cervello ad essere ventilato dallo sbadiglio ma i polmoni. Sbadigliando cambiamo anche l’aria nel sangue. Un po’ come quando cambiamo l’olio nella macchina.

Te lo saresti mai aspettato, vero?

Infine, l’ultimaipotesi è che lo sbadiglio non serva a nulla  di tutto ciò ma che sia un comportamento residuo del grembo materno, quando il feto sbadiglia per liberare le vie aeree dal fluido. Insomma abbiamo cercato d’idagare le cause di due aspetti che non ti cambieranno la vita ma almeno da oggi saprai perché sonnecchi nei momenti inopportuni, come fare in questi casi e perché sbadigli magari mentre qualcuno ti parla.

Su questo purtroppo non c’è nessuno metodo, sbadigli e basta, magari come la gomma da masticare cerca di non fartene accorgere.

Sonno Vs Sbadiglio

Si dice che chi dorme non piglia pesci. Eppure dormire fa bene. Ma ti sei mai chiesto perché dormiamo otto ore e sognamo solo due ore?

Anche nel mondo animale è così non sei solo tu. Ad esempio la giraffa dorme due ore e dedica solo mezz’ora ai sogni.  Il delfino ne dorme dieci di ore e nonsogna, il pipistrello dorme circa venti ore come l’ornitorinco che dorme per circaquattordici ore  e sogna per ben 8 ore.

Quindi non siamo gli unici a dormire e a sognare. Il perché sognamo solo due ore resta un mistero anche per gli scienziati. Ma quando ti stai per addormentare magari durante una riunione di lavoro,la cosa diventa complicata.

Dai che ti è successo?

Sonnecchiare mentre il tuo interlocutore parla e magari ti sta spiegando qualcosa d’importante oppure cose che già sai e preferiresti un bel letto. Ti è capitato? Sicuramente si. Allora vediamo come fare per non addormentarti nei momenti sbagliati.

 

4 consigli per  non addormentarsi nei momenti sbagliati

1- Mangia qualcosa. Prima di tutto uno stomaco vuoto porta sonnolenza, quindi mangia qualcosa. Ti sembrerà strano ma è scientificamente provato che il cibo regola la produzione di ormoni, attraverso l’ippotalamo. Quindi uno spuntino ti può aiutare nei mometi in cui preferiresti un letto e invece sei a lavoro. Poi dormire otto ore, non è la scoperta dell’acqua calda ma il sonno della notte è quello più importante.

2- Mastica un chewing gum.  Prova a masticare un gomma, se non lo sai,  masticare e deglutire, rende il cervello più attivo. Anche se durante una riunione di lavoro masticare non è un bel vedere, è di cattivo gusto. Ma comunque è una terapia anti sonno. Magari mastica senza fartene accorgere.

3- Concentrati al 100%. Un altro consiglio è di restare concetrato su quello che stai facendo, non andare via con la mente altrimenti il sonno prende il sopravvento.

4- Movimentati. Infine, fare piccole passeggiate ti aiuta a restare attivo, va bene farle anche in ufficio e fare esercizi di respirazione. Così eviterai di addormentarti e sonnecchiare nei momenti meno opportuni. Ma c’è un altro aspetto altrettanto fastidioso quanto il sonno: lo sbadiglio.

Tutto chiaro?   La prossima volta che stai per chiudere quei occhioni di sonno, ricorda di appplica queste regole ;=)

Con questo finisci l’articolo di oggi…te invece, cosa mi racconti? Quante volte ti è capitato di sbadigliare nel momento meno opportuno? Raccontami la tua esperienza…

Articolo scritto e redatto da Federica Scorpo

Share and Enjoy

About Rubel

Ciao! Mi chiamo Rubel è sono un grande appassionato di Tecnologia e Crescità personale. Tutto con il Pc è un blog dedicato per gli appassionati di tecnologia. Se ti piace quello che scrivo, allora iscriviti ai Feed.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>